Fratelli per la pelle: sopravvivere al suicidio di mamma e papà. Quando l’angoscia è impensabile e concreta, l’inseparabilità e la negazione del trauma diventano l’unica strada per consentire la sopravvivenza psichica

  • Margherita Autuori
  • Daniela Marzana
  • Erika Alessandra Milanese

Abstract

La morte di un genitore “è vissuta dal bambino come una catastrofe, poiché, l’amore è stato perduto di colpo, senza alcun segno di preavviso…che comporta, oltre alla perdita di amore, una perdita di senso” (Green, 1983). Ma cosa accade alla psiche di un bambino quando la madre si suicida e tale atto resta una verità indicibile? E se l’antico lutto congelato per la perdita della madre si riattualizza quando il padre segue la stessa via? È la storia di due fratelli fusi, come gemelli siamesi, che non possono pensare di vivere e separarsi lasciando il luogo fisico e simbolico del trauma. Il suicidio è un atto violento che impedisce il fisiologico processo d’individuazione e separazione; sottrae ai figli la possibilità di un conflitto vivo con i genitori, li inchioda là dove è avvenuto il trauma con il divieto di pensare l’angoscia depositata in esperienze somatopsichiche. Di fronte al medesimo trauma, è necessario riconoscere due modi individuali di reagire ai medesimi lutti, affinché Ognuno possa trovare la propria strada di vita e non di morte. Il presente lavoro illustrerà come un’équipe formata da due terapeute e una collega esterna può costituire uno spazio terzo, uno strumento per favorire il confronto fra una simbolica coppia genitoriale in dialogo, rispetto al processo evolutivo e di separazione dei propri figli.

Biografia dell'autore

Margherita Autuori

 

Riferimenti bibliografici

Benlodi A. (2014) Il bambino abbandonato in Francesconi M. e Scotto di Fasano D., a cura di, Il sonno della ragione. Saggi sulla violenza, Liguori, Napoli.
BionW.R. (1962) Apprendere dall’esperienza, Armando, Roma.
BlegerJ. (2010) Simbiosi e ambiguità. Studio psicoanalitico, Armando editore, Roma.
Bromberg P.M. (2007) Clinica del trauma e della dissociazione. Standing in the spaces, Raffaello Cortina Editore.
Correale A. (2010) Borderline: come differenziarsi dall’oggetto traumatico? in Centro di psicoanalisi
Romano, a cura di, “Il soggetto in contesti traumatici”, Franco Angeli.
Correale A. (2007) Il campo istituzionale, Borla.
Foulkes, S. H. (1977) La psicoterapia gruppoanalitica, Astrolabio, Roma
Freud, S. (1938), Compendio di psicoanalisi, In: OSF (1989), vol. 11, Boringhieri, Torino.
Goethe J. W. (1808) Faust, Feltrinelli
Gramellini M. (2012) Fai bei sogni. Longanesi editore
Green A. (1983) Narcisismo di vita e narcisismo di morte, Borla, 1992.
Imbasciati A., (1979) Crescita e separazione nella dinamica transferale e controtransferale di una coterapia di gruppo, in Vanni F., a cura di, “Saggi di psicoterapia di gruppo”, ed. Boringhieri.
R. (2016) L’estensione della psicoanalisi. Per una metapsicologia di terzo tipo, Franco Angeli.
Nunziante Cesàro A. (1995) Il processo d'idealizzazione tra fantasia e realtà, in Ammaniti M. e Stern D., a cura di, “Fantasia e realtà nelle relazioni interpersonali”, ed. Laterza, Bari.
Ogden, T. H. (1992) Il limite primigenio dell’esperienza, Astrolabio, Roma.
Kaës R.; Per una terza topica dell'intersoggettività e dell’individuo all’interno dello spazio psichico comune e condiviso. Funzione Gamma Journal n. 21; Testo disponibile al sito: http://www.funzionegamma.edu/italiano/journal/numero21/
WinnicottD.W. (1963) Esplorazioni psicoanalitiche, Raffaello Cortina Editore, Milano, 1995.
WinnicottD.W. (1958) Sviluppo affettivo e ambiente, Armando editore, Roma, 1970.
COVER
Pubblicato
2018-12-07
Come citare l'articolo
AUTUORI, Margherita; MARZANA, Daniela; MILANESE, Erika Alessandra. Fratelli per la pelle: sopravvivere al suicidio di mamma e papà. Quando l’angoscia è impensabile e concreta, l’inseparabilità e la negazione del trauma diventano l’unica strada per consentire la sopravvivenza psichica. Polaris. Psicoanalisi e mondo contemporaneo, [S.l.], n. 4, p. 16-24, dic. 2018. ISSN 2532-6929. Disponibile all'indirizzo: <http://www.polarispsicoanalisi.it/ojs/index.php/ppmc/article/view/37>. Data di accesso: 16 lug. 2019