“Chi, io!?” Responsabilità e autorità: le ambivalenze nella famiglia dell’addiction

  • Ruggero Massardi

Abstract

L’autore riflette sulla risonanza emotiva della funzione di autorità nel processo di crescita e di emancipazione dell’individuo, con particolare riferimento alle famiglie con soggetti dediti all’abuso di sostanze. Egli cerca inoltre di rispondere al quesito di come sia possibile, attraverso il processo terapeutico, favorire la ricostruzione di un’autorità credibile nelle relazioni tra i genitori e i figli con addiction. Individua, come strumento elettivo, la Presa in Carico Multipla, metodo approntato e sperimentato da anni presso il Centro di Assistenza e Ricerca Tossicodipendenze (CART) di Milano, al fine di contenere ed elaborare la tendenza disintegrativa del Sé e della relazione famigliare tipica dell’addiction. Attraverso la presentazione di un caso clinico illustra la metodologia della Presa in Carico Multipla e il processo di costruzione di un’alleanza terapeutica con i genitori.

Biografia dell'autore

Ruggero Massardi

 

Riferimenti bibliografici

Benjamin J. (2015) Legami d’amore. Raffaello Cortina, Milano.
Benveniste E. (1976) Il vocabolario delle istituzioni indoeuropee. Einaudi, Torino.
Carbone P. (2005) Adolescenze. Edizioni Scientifiche Ma. Gi., Roma.
Cortellazzo M., Zolli P. (1999) Il nuovo etimologico. Dizionario etimologico della lingua italiana. Bologna.
Käes R. (2013) Il Malessere. Borla, Roma.
Kristeva J. (1998) Le nuove malattie dell’anima. Borla. Roma.
Loewald H. W. (1999) Riflessioni psicoanalitiche. Dunod, Milano.
COVER
Pubblicato
2018-12-07
Come citare l'articolo
MASSARDI, Ruggero. “Chi, io!?” Responsabilità e autorità: le ambivalenze nella famiglia dell’addiction. Polaris. Psicoanalisi e mondo contemporaneo, [S.l.], n. 4, p. 82-97, dic. 2018. ISSN 2532-6929. Disponibile all'indirizzo: <http://www.polarispsicoanalisi.it/ojs/index.php/ppmc/article/view/43>. Data di accesso: 16 lug. 2019